14 novembre 2013

Il ritratto che Gigi merita

La fiction Rai "La Farfalla Granata" ha scontentato quasi tutti i tifosi del Torino e i fans di Gigi Meroni. Le inesattezze, imprecisioni o le totali invenzioni (come quel rigore farlocco durante l'ultima partita di Meroni, il 15 ottobre 1967) hanno lasciato l'amaro in bocca a chi ricorda la leggendaria ala destra dai tempi della gioventù, a chi lo ha conosciuto in seguito grazie ai documentari Rai e all'ottimo libro di Nando Dalla Chiesa, e a chi (come noi) è cresciuto nel mito di Meroni fin da bambino.
Una narrazione volutamente (purtroppo è così) romanzata, "smielata" per compiacere un pubblico di non-sportivi che RaiUno non poteva lasciarsi sfuggire, inserendo un po' di calcio nella storia sulla vita di un calciatore. Non sia mai! Purtroppo lunedì 11, tra i 4 milioni e rotti di telespettatori sintonizzati sul primo canale Rai, c'erano migliaia di appassionati che hanno visto quello che non avrebbero voluto vedere.
Eppure - chi lo conosce, lo sa bene - il personaggio di Gigi Meroni raccoglie in sé un universo ricchissimo di suggestioni e valori: l'amicizia, l'affetto, l'umiltà, la passione, la generosità, la semplicità. Il tutto ambientato nei 'mitici' anni Sessanta, che nell'immaginario italiano solo una sorta di "età dell'oro" soprattutto se confrontati con gli odierni tempi cupi. Gigi Meroni avrebbe meritato un'altra narrazione, un altro narratore.
Noi, amministratori del Sito Ufficiale, della pagina Facebook e dell'account Twitter crediamo di aver trovato il narratore che può raddrizzare il torto subito da Meroni: si chiama Federico Buffa. Nell'ambiente dello sport tutti lo conoscono, e ne riconoscono le indubbie qualità. Un personaggio, nel racconto di Buffa, diventa vivo, poetico, reale: sembra di averlo a portata di mano, lì accanto a te. Inoltre Buffa non ha bisogno d'inventare, come hanno fatto gli sceneggiatori de "La Farfalla Granata".
Per questo abbiamo deciso di chiedere pubblicamente a Federico Buffa, compatibilmente con i suoi impegni (la preparazione di un ciclo di ritratti di protagonisti dei Mondiali di Calcio, in vista di Brasile 2014), di preparare un racconto della vita, tragica e affascinante, di Gigi Meroni. Per questo chiediamo a voi, tifosi del Toro e appassionati di calcio, di sostenere questa proposta.

Questo il link per sostenere l'iniziativa:
http://firmiamo.it/gigi-meroni-buffa